[RECENSIONE] Seven in Heaven, il teen drama horror in salsa Sci-Fi che quasi nessuno ha visto

Probabilmente tutti sanno che un titolo troppo lungo come “Seven in Heaven, il teen drama horror in salsa Sci-Fi che quasi nessuno ha visto ” non giova alla fruizione del post, o all’indicizzazione, ma a volte bisogna compiere scelte difficili e fare pace con l’idea che per parlare di questo film, non si possa non introdurlo come un teen drama horror in salsa Sci-Fi che quasi nessuno ha visto, perché così è.

Prodotto amatoriale nella regia e nella sceneggiatura ma per qualche insondabile ragione ammantato dalla benedizione divina di Blumhouse e di Netflix USA,  Seven in Heaven è il classico esempio di una buona idea eseguita male, che riesce nonostante tutto a intrattenere con il suo appeal a metà tra pubblicità progresso contro il bullismo e confusionario racconto fantascientifico. I protagonisti e le situazioni-tipo che fanno da cornice al film incarnano i classici stereotipi dell’immaginario collettivo adolescenziale: c’è un secchione, Jude, il protagonista, segretamente innamorato della figadellascuola™, Jane, che sembra una stupida ragazzetta superficiale, ed effettivamente lo è; c’è il di lei fidanzato, un bullo prepotente e ostile dei confronti di tutti, ma soprattutto del secchione Jude, e c’è un party improvvisato a casa di un compagno di scuola, destinato a diventare un incontrollabile festino a sbarco con tanto di beer pong, gente in stato confusionale e atti di nonnismo nei confronti dei compagni più giovani. Credo sia inutile aggiungere che sul più bello, come da copione, arriverà la polizia a rovinare tutto. Ma il vero guaio è che il nostro protagonista, costretto a partecipare al gioco dei 7 minuti in paradiso, che è il corrispettivo un po’ più sconcio del nostro gioco della bottiglia, una volta estratto a sorte insieme alla figadellascuola™ e rintanatosi in uno sgabuzzino a fissare il nulla per sette interminabili imbarazzantissimi minuti, si troverà sbalzato in una dimensione parallela, in cui la realtà che conosce è alterata in peggio e lui è ricercato per aver ucciso un compagno. Cosa, come e perché sia successo, non è dato sapere: il film non offre risposte, ma porta comunque a porgersi parecchie domande, destinate a rimanere insolute. I due ragazzi non faranno altro che scappare da una realtà che li terrorizza per trovarsi di volta in volta in dimensioni sempre più ostili e pericolose in cui i loro peggiori incubi prendono forma. E mentre i nostri cercando di trovare il modo di tornare nel loro universo originario, i compagni del mondo “reale” cercano di temporeggiare e rimandare l’irruzione dei poliziotti in casa per non dover spiegare come mai due di loro siano scomparsi nel nulla, mentre i rispettivi doppelgänger non fanno altro che cercare di ucciderli…

Seven in Heaven non è un film di alta qualità, ma non può nemmeno essere considerato un b-movie. A dirigerlo è Chris Eigeman, un attore di serie tv con un paio di film all’attivo e nessuna particolare fama registica. I buchi di sceneggiatura e le occasioni mancate di questo film sono innumerevoli, tuttavia va lodata la capacità di ottimizzare al massimo i pochi elementi a disposizione, come le location ridotte all’osso e il cast giovane ma competente. Ma il treno diretto al regno dei film godibili sul quale viaggia Seven in Heaven deraglia senza possibilità di recupero nel momento in cui viene messa troppa carne al fuoco, senza l’effettiva capacità di rappresentarla in maniera verosimile, dando vita a un pastone di scene a successione rapida delle quali è impossibile cogliere il senso e che smorzano l’atmosfera di suspance faticosamente creata. Peccato.

 

4 pensieri riguardo “[RECENSIONE] Seven in Heaven, il teen drama horror in salsa Sci-Fi che quasi nessuno ha visto”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.